Allevamento Kurzhaar della Riserva Reale - Palermo - Italia


Vai ai contenuti

Menu principale:


Bora

Bora della Riserva Reale

Bora della Riserva Reale

P: RED
m: ASSUNTA
nata: 20/02/2000
Proprietario: Stefano Airoldi
Allevamento:All.to Della Riserva Reale

3 CACIT
6 RIS: CACIT
20 CAC
5 RIS CAC
62 ECC
5 MB

VINCITRICE COPPA DEL MONDO Kurzhaar a squadre (1 giorno CAC RIC CACIT
Giorno MB) (Galoppo composto ,bel portamento, azione avida e continua-evidenzia con immediatezza notevole mentalità- perfetta l’impostazione e l’esecuzione del metodo esplorativo del terreno-perfettamente collegata-si aggiudica tre punti di cui uno di pregevole qualità).

Il giudice Giuseppe Colombo Manfroni scrive:
“ Bora ha determinato in maniera inequivocabile il successo della squadra italiana, è stata autrice di una prestazione a livello di eccellenza, tuttavia è stata presentata con l’appellativo, che di tecnico non ha nulla, di “cagnetta”. Si può non essere d’accordo sul giudizio di un giorno, ma non è davvero generoso sminuire il valore di un soggetto che, obiettivamente, sta realizzando una carriera di primissimo livello. Desideriamo quindi rendere giustizia a questa rappresentante della razza Kurzhaar segnalando i risultati da lei conseguiti in carriera (vedi sopra), avendo nel frattempo assolto anche l’importante compito di fattrice.
Bora è stata inoltre selezionata come componente della squadra italiana nelle seguenti occasioni:
Coppa Europa continentali 2003, svoltasi ad Alessandria;
Campionato del Mondo Kurzhaar, disputato ad Osuna (Spagna) il 17/002/2004, dove con l’Ecc si è aggiudicato anche il 2° posto nella classifica individuale;
Coppa Europa Continentali, svoltasi in Francia nella Primavera del 2005
Campionato del Mondo Kurzhaar, disputato a Nis, Serbia, il 9 e 10/04/2005 (1°giorno: ECC CAC RIS CACIT, 2° giorno : 1 MB)
In questa manifestazione la “ cagnetta” ha conseguito 17 punti. Più della Serbia seconda classificata….ed anche sufficienti per vincere , da sola, il Campionato!.” ( da: La gazzetta della cinofilia” di Marzo 2003)





Torna ai contenuti | Torna al menu